Sostegno scolastico

Per i bambini indigenti di Hanga (Tanzania)

Tanzania-2007-(933)3e3e.jpg

Accanto al progetto zootecnico-veterinario, la generosità di molti amici benefattori ha favorito l’avvio di un progetto nel progetto. Si tratta di una iniziativa mirata a sostenere i costi per la scolarizzazione di bambini indigenti o orfanelli presso la scuola San Lorenzo o presso la scuola statale del villaggio; una specie di “sostegno a distanza”.
A partire dall’anno scolastico 2005-2006, dieci bambini, individuati dal responsabile della scuola San Lorenzo di concerto con il parroco del villaggio, Padre Elias Chale, si giovano dell’insegnamento scolastico grazie ai contributi dei sostenitori del nostro progetto.
Un accantonamento mirato dei fondi garantirà loro di portare a termine tutto il ciclo primario di scolarizzazione.
Questa iniziativa riveste una notevole importanza perché dà l’opportunità di accedere alla scuola a quei bambini che, provenendo dalle famiglie più povere, sarebbero esclusi anche da un’alfabetizzazione di base.
Probabilmente grazie al legame diretto che si crea tra il bimbo e il suo benefattore, l’intervento di “adozione scolastica” sta prendendo sempre più piede e nel corso dei primi mesi del 2007 altri cinque bambini del villaggio sono stati sostenuti per completare o coprire interamente il ciclo della scuola primaria che si compone di sette classi. Si tratta di due bambini orfani di entrambi i genitori, di una bimba orfana di padre e con madre ammalata di AIDS e di due fratelli con entrambi i genitori ammalati di AIDS. Questa malattia infatti rappresenta una vera piaga per il Paese con alti tassi d’incidenza specialmente in alcune province.

L’intervento di supporto allo studio viene svolto con molta discrezione per tutelare la privacy dei bimbi e per evitare l’insorgenza di condizioni di disparità tra chi è aiutato e chi, pur non vivendo affatto in condizioni di benessere ne è comunque escluso. Si lascia a Padre Elias (parroco di Hanga) e a Brother Castor (rettore della scuola), il compito di identificare i bambini più bisognosi.
Un aspetto che abbiamo constatato con piacere consiste nella cura e nel rigore dei criteri di selezione dei bimbi per beneficiare del sostegno. A differenza di quanto si potrebbe genericamente pensare in condizioni di bisogno, la scelta dei beneficiari della nostra azione è molto oculata e, nonostante una certa disponibilità di fondi, il numero di bambini individuati è limitato ai casi più gravi e non ampliato ad hoc in funzione dei fondi raccolti. Questo ci conferma la serietà dei nostri interlocutori e garantisce chi manda denaro per un fine ben preciso. E’ ovvio, da quanto sopra, che una parte dei fondi raccolti deve essere accantonata per garantire la continuità del sostegno fino al termine del percorso scolastico.